fbpx
Contattaci su WhatsApp

ALIMENTAZIOEN-BASE-NEL-FITNESS-

Come la saggezza popolare ci ha sempre ricordato, non si ingrassa da Natale a Capodanno ma da Capodanno a Natale e la prima cosa a cui pensiamo è “come mettersi in forma dopo le feste?”.
Il periodo delle feste è ricco di piatti tipici della tradizione, di dolci, di frutta secca, di carne, di primi piatti abbondanti: un po’ per gola, un po’ con la scusa che la festa viene una volta l’anno il nostro vero fabbisogno nutrizionale passa in secondo piano, in questo periodo dell’anno è quasi inevitabile esagerare a tavola. Dal primo gennaio, passato anche il veglione di Capodanno, è il caso di armarsi di buoni propositi e ritornare ad un’alimentazione adatta alla nostra costituzione fisica ed alle nostre esigenze energetiche: mai farsi vincere dalla pigrizia, altrimenti i primi mesi del 2020 ci regaleranno qualche chilo in più che non è proprio il caso di tenerci stretti.

Quali sono i comportamenti che sarebbe opportuno tenere per ritornare in forma il più velocemente possibile? Andiamo per punti:
• Non abbandonare mai l’attività fisica
• Ridurre il Sale
• Evitare un eccessivo consumo di carboidrati

 

Non abbandonare mai l’attività fisica: ti sembra scontato per rimettersi in forma?

Anche se condotta a ritmo più blando, meglio non smettere nemmeno durante le feste, anzi a rigor di logica sarebbe corretto aumentare il dispendio energetico con della attività aerobica a fronte di un forte incremento degli introiti energetici: così come non sarebbe saggio mettersi a correre di punto in bianco a partire da Santo Stefano o da Capodanno per smaltire gli stravizi, non è consigliabile nemmeno cullarsi con un mantra rilassante dediti allo “sgarro” più assoluto, tanto vale non mettersi neppure d’impegno per smaltire”. Come ho detto, i chili che pesano sul fisico non sono quelli che la bilancia segna a dicembre, ma quelli degli altri undici mesi: essere costanti con l’attività motoria non serve a bruciare più grassi nell’immediato, bensì ad allenare il corpo a mantenere un metabolismo lipolitico efficiente. Non si deve strafare: basta anche un’oretta al giorno attività aerobica a basso impatto o di camminata sostenuta di buon passo, da soli o in compagnia, magari mantenendo una frequenza cardiaca costante ed adatta al consumo lipidico. Attualmente il metodo più efficace per mantenere attivo il metabolismo lipolitico è il Morpho training, una tecnica allenante estremamente personalizzata, studiata sulle caratteristiche genetiche e morfologiche del soggetto, tale tecnica non richiede attrezzi ed è possibile eseguirla in casa garantendoci un allenamento completo, rapido ed efficace. Per ulteriori informazioni, visitate il sito w.w.w.yourmorphotrainer.com

Il nemico nuumero 1: la ritenzione idrica

1. I pranzi e le cene luculliane di questi giorni portano inevitabilmente ad accumulare un po’ di ritenzione idrica. Tre sono le strategie per vincerla quando si ritorna alla normalità: Ridurre al minimo la quantità di sale utilizzato per condire e cucinare, preferendo sempre il sale rosa himalayano integrale e le erbe aromatiche.
2. Preferire la verdura cruda come antipasto, che al contrario di quella cotta trattiene meno acqua, aumenta la sensazione di sazietà e inibisce parzialmente l’assorbimento di zuccheri e grassi.
3. Evitare i prodotti già ricchissimi di sale: insaccati e affumicati, sott’oli, gallette, crackers e grissini anche se non salati in superficie, estratti di carne o dadi da cucina, prodotti da forno confezionati (schiacciatine, merendine, pancarrè, pane…), pizza, formaggi stagionati.

 

Un trucco: Alimentazione e attività motoria

Evitare di mangiare troppi carboidrati lontano dall’attività motoria, perché il metabolismo energetico che alimenta il nostro organismo è al massimo durante l’attività fisicamente intensa e comincia a spegnersi 40-60 minuti dopo il termine del movimento, è come se il nostro corpo andasse in modalità di risparmio energetico: gli eccessi di zuccheri di tutti i generi, se non utilizzati attivano la produzione pancreatica di insulina che apre i recettori degli adipociti permettendo così l’ingresso degli zuccheri in eccesso, sotto forma di trigliceridi, riempiendo i nostri pannicoli adiposi sottocutanei.

Se ti interessa l’argomento e hai trovato interessante questo articolo, continua a seguirci.
La prossima settimana, infatti, ti daremo altri 3 consigli per rimettersi in forma dopo le feste.

Se sei curioso di saperne di più e vuoi comprendere le regole base per una alimentazione sana e corretta, a questo link puoi trovare il nostro "SEMINARIO "ALIMENTAZIONE BASE NEL FITNESS".

 

STAFF CREA FITNESS ACADEMY!

 

Style Selector

Layout Style

Predefined Colors

Background Image